Topic: Anaconda adesso include Visual Studio Code  (Letto 945 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline RicPol

  • python sapiens sapiens
  • ******
  • Post: 3.154
  • Punti reputazione: 9
    • Mostra profilo
Anaconda adesso include Visual Studio Code
« il: Febbraio 16, 2018, 23:48 »
In un thread recente ci si lamentava di Spyder, l'arcaico e macchinoso ide che purtroppo Anaconda (e altre distribuzioni python) propone di default.
Come se ci avessero sentito, dalla versione 5.1 Anaconda ha deciso di includere Visual Studio Code come ide alternativo:
https://docs.anaconda.com/anaconda/release-notes#anaconda-5-1-0-feb-15-2018
https://blogs.msdn.microsoft.com/pythonengineering/2018/02/15/visual-studio-code-is-now-shipping-with-anaconda/

Inutile dire che, se usate Anaconda, d'ora in poi non avete più scuse per non utilizzare un ide più moderno come VSC.

Offline tommyb1992

  • python neanderthalensis
  • ****
  • Post: 300
  • Punti reputazione: 0
    • Mostra profilo
Re:Anaconda adesso include Visual Studio Code
« Risposta #1 il: Febbraio 22, 2018, 16:47 »
Sono contento che tu abbia aperto questo post, perchè volevo provare visual studio.

Mi fa male ammetterlo, ma mi sa che atom, fa un pò ca*are e che riko avevo ragione... spesso mi sovrappone il codice quando deve aprire file troppo grandi (e quei problemi di compilazione che avevo segnalato, probabilmente era ATOM che non mi salvava bene il file) o se ha problemi con bytes particolari, quindi visto che sto in casa windows tanto vale utilizzare i loro strumenti.

Volevo sapere cosa mi consigliavi di spuntare nelle caselle di installazione (oltre ovviamente alla casella python):
https://s17.postimg.org/b87iw8shb/visual_studio1.png
https://s17.postimg.org/gwdtn5jz3/visual_studio2.png

Avevo pensato a questo:
- Windows
  • Universal windows platform development
  • .NET desktop development


- Web & cloud
  • Python development
  • Data science and analytical application


In definitiva devo solo compilare file in C/C++, disassemblare .NET application ed eventualmente ricompilarle con visual studio e usare Python.
Però sono un pò in dubbio, ha senso che installo anche:
"node.js development" e "Mobile development with C++", il primo mi permette di sostituire electron per le GUI e il secondo ha senso se ho già Android Studio?

Offline Aezio

  • python neanderthalensis
  • ****
  • Post: 327
  • Punti reputazione: 1
    • Mostra profilo
Re:Anaconda adesso include Visual Studio Code
« Risposta #2 il: Febbraio 22, 2018, 17:20 »
Siete il passato:

https://blog.jupyter.org/jupyterlab-is-ready-for-users-5a6f039b8906

(si scherza eh, sono cose solo parzialmente sovrapponibili)
« Ultima modifica: Febbraio 22, 2018, 17:23 da Aezio »

Offline RicPol

  • python sapiens sapiens
  • ******
  • Post: 3.154
  • Punti reputazione: 9
    • Mostra profilo
Re:Anaconda adesso include Visual Studio Code
« Risposta #3 il: Febbraio 22, 2018, 18:37 »
@tommy
guarda che però quello non è Visual Studio Code, è Visual Studio (probabilmente la Community Edition, perché altrimenti il tuo portafogli saprebbe benissimo di cosa stiamo parlando).

@aezio
dove andremo a finire.

Offline tommyb1992

  • python neanderthalensis
  • ****
  • Post: 300
  • Punti reputazione: 0
    • Mostra profilo
Re:Anaconda adesso include Visual Studio Code
« Risposta #4 il: Febbraio 22, 2018, 19:08 »
Non riesco a capire la differenza... non sono due IDE?

Comunque sto scaricando visual studio code

edit/ se non ho capito male è "raggruppatore" di ide, che non è male tutto sommato come idea... invece di avere n-1000 ide sparse...
« Ultima modifica: Febbraio 22, 2018, 19:58 da tommyb1992 »

Offline riko

  • python deus
  • *
  • moderatore
  • Post: 7.453
  • Punti reputazione: 12
    • Mostra profilo
    • RiK0 Tech Temple
Re:Anaconda adesso include Visual Studio Code
« Risposta #5 il: Febbraio 23, 2018, 13:07 »
edit/ se non ho capito male è "raggruppatore" di ide, che non è male tutto sommato come idea... invece di avere n-1000 ide sparse...

WTF? No, e' semplicemente un IDE leggero. Non ha nulla di veramente innovativo (e gli n-1000 IDE sono spariti dal mio mondo da anni... boh, forse su windows e' ancora cosi'? non mi pareva... nemmeno per la roba puramente MS moderna, mi sembra che si parli dei tempi di vb6, delphi e compagnia... ma insomma, 20 anni son passati)

Nel senso che voglio dire... Eclipse. Pesantino, ma multi-linguaggio, multi-tutto. Perfino NetBeans gestisce piu' che solo Java.
IntelliJ segue lo stesso approccio. Visual Studio (anche quello tradizionale) aveva plugin per diversi linguaggi. Quello leggerino e free di MS nuovo (visual studio code) pure fa questa cosa.
Come la fanno la maggior parte degli editor che sconfinano in territorio IDE