Topic: Adesso capisco perché non mi è mai piaciuto quel libro...  (Letto 762 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline RicPol

  • python sapiens sapiens
  • ******
  • Post: 3.146
  • Punti reputazione: 9
    • Mostra profilo
Sono venuto a sapere di questo delirante, sballatissimo articolo di Zed Shaw https://learnpythonthehardway.org/book/nopython3.html grazie a questo contro-articolo di eeve https://eev.ee/blog/2016/11/23/a-rebuttal-for-python-3/.
Zed Shaw è l'autore di "Learn Python the Hard Way"... adesso capisco perché il manuale non mi è mai piaciuto granché... cavoli!

Offline bebo

  • python erectus
  • ***
  • Post: 241
  • Punti reputazione: 0
    • Mostra profilo
    • bebo_sudo's personal homepage
Re: Adesso capisco perché non mi è mai piaciuto quel libro...
« Risposta #1 il: Novembre 25, 2016, 12:42 »
Oh mamma, che discorsi che fa:
Citazione
In addition to that you will have 3 different formatting options in Python 3.6. That means you'll have to learn to read and use multiple ways to format strings that are all very different. Not even I, an experienced professional programmer, can easily figure out these new formatting systems or keep up with their changing features.
A me sembra quasi piu' chiaro il .format, piuttosto che avere un segno di modulo buttato li', oppure piuttosto che il nuovo print "alla ruby" ( https://www.python.org/dev/peps/pep-0498/ ), ma .. de gustibus

e il secondo punto di lamentazione sarebbe il non supporto di python3 al codice di python2 all'interno della stessa VM... ma che'cca.. boh forse non si rende conto della complessita' di gestire il doppio del codice :-/

insomma il suo problema nello spostarsi a py3 sarebbero le stringhe e il "non supporto" per legacy code. Mah...

Offline riko

  • python deus
  • *
  • moderatore
  • Post: 7.453
  • Punti reputazione: 12
    • Mostra profilo
    • RiK0 Tech Temple
Re: Adesso capisco perché non mi è mai piaciuto quel libro...
« Risposta #2 il: Gennaio 16, 2017, 23:00 »
Sono venuto a sapere di questo delirante, sballatissimo articolo di Zed Shaw https://learnpythonthehardway.org/book/nopython3.html grazie a questo contro-articolo di eeve https://eev.ee/blog/2016/11/23/a-rebuttal-for-python-3/.
Zed Shaw è l'autore di "Learn Python the Hard Way"... adesso capisco perché il manuale non mi è mai piaciuto granché... cavoli!

La cosa drammatica e' che ha ragione di brutto su tante cose. Poi lo *stile* espressivo ricorda Ken Rockwell e diventa relativamente difficile prenderlo completamente sul serio. E poi ci sono le manie dei complotti. Ma permane il fatto che... ha ragione. O meglio, quando fondamentalmente ventila l'ipotesi di un complotto della Python foundation e' chiaramente ridicolo. Pero' il fatto che (facile a dirlo a posteriori, eh) siano stati fatti errori sia di progettazione che di gestione del progetto mi sembra abbastanza ovvio.

Sono completamente d'accordo che Python 3 sia un linguaggio *estremamente* complesso. Per svariati motivi. Non necessariamente quelli che elenca lui. Personalmente trovo che il punto degli operatori di formattazione delle stringhe sia relativamente debole. Ma questo non vuole dire che effettivamente il proliferare di sintassi da molto fastidio.
Poi mi verrebbe da aggiungere... il vecchio % si comporta come piu' o meno tutti i printf di questo mondo. .format invece e' "nuovo". Il risultato e' che tutte le volte che ci devo fare qualcosa di non banale devo leggere la documentazione (che e' atroce) e spesso e volentieri si scopre poi che non e' una grande idea. Ora... uso Python da boh... almeno 15 anni ormai e tutti i giorni. Non e' che forse hanno un po' sbragato?

Poi insisto da sempre che la cosa delle stringhe e' una tragedia di cattive idee. E alla fine anche chi dice che e' una buona idea alla fine usa Python 2.